Etimologia varroniana

L’etimologia varroniana è quella che non si basa su dati scientifici, ma su congetture di natura puramente intuitiva. L’etimologia scientifica ha come principio la costante  comparazione di radici lessicali che è possibile operare tra una lingua e la sua lingua madre, oppure tra una lingua e le altre lingue imparentate con essa.  Il principio dell’etimologiaContinua a leggere “Etimologia varroniana”

Parole semplici, composte e complesse

Una parola semplice è quella che non è combinata a nessun’altra; una parola composta è formata da due o più parole della stessa lingua; una parola complessa è formata da elementi lessicali di lingue diverse (es. mineralogia, termine formato da un derivato del franc. minière e dal greco -logia) . Una classe particolare di parole complesseContinua a leggere “Parole semplici, composte e complesse”

Nuovi prefissi per -dicare e -fessare

Sembra che i termini supedicare, superfessare, interdicare ed interfessare abbiano a che fare col mondo della divinazione o degli auspici; preterdicare e preterfessare invece alle ammissioni di esclusione. Scendendo più nel particolare (e non dimenticando naturalmente che siamo nel campo delle parole possibili ma inesistenti): supedicare e superfessare sembrerebbero riguardare l’atto di svelare o annunciareContinua a leggere “Nuovi prefissi per -dicare e -fessare”

Sull’origine delle parole "bello" e "brutto"

Bello deriva dal latino tardo bellus, variante volgare di pulcher; brutto deriva da brutus; per alcuni, però, si tratterebbe anche di un’antonomasia dal nome dei Bruttii o Brutii, popolo italico dell’Italia Meridionale, nome che in lingua lucana, secondo alcuni autori classici, significherebbe “ribelle”. 

Ariston, non solo cucine

Che differenza c’è, dal punto di vista etimologico, tra ariston = colazione e aristos = il migliore? Ariston deriva da ari, “mattino”, e da sto, che si può ricondurre al verbo edo = mangio; ariston deriva dalla radice ar di aretè = virtù. C’è da notare però che anche ari, cioè “mattino”, è legato alla medesima radice di areté, e cioè ar, che indicaContinua a leggere “Ariston, non solo cucine”