Habemus papam

Come gestire un periodo di transizione nel governo della Chiesa? Lo scenario immaginato da Nanni Moretti in Habemus papam non si fonda su precedenti storici, ed è forzato anche pensare che la renitenza di Melville-Piccoli a fare il papa faccia in qualche modo l’occhiolino all’”inadeguatezza dell’umiltà” di Pietro da Morrone, alias Celestino V, che scelseContinua a leggere “Habemus papam”